L'Esperto Risponde: Cura e Manutenzione degli apparecchi acustici

Tempo di Lettura: 5 minuti
By Audika Italia
05/03/2021

audika-rubrica-lesperto-rispondelogo

Se ti stai chiedendo quanto potrà durare il tuo apparecchio acustico, dovresti leggere attentamente i consigli dei nostri Esperti dell’Udito presenti in questo articolo. E’ una domanda che ci avete posto in molti e proprio per questo vogliamo fornire un riscontro completo andando a toccare tutti gli elementi utili a preservare la durata e il buon funzionamento dei tuoi apparecchi acustici. Quando parliamo di cura e manutenzione degli apparecchi acustici, facciamo principalmente riferimento a 4 macro-categorie:

Pulizia degli apparecchi acustici
Batterie degli apparecchi acustici
• Apparecchi acustici ricaricabili
Fattori esterni che possono influire sul corretto funzionamento

Una scarsa pulizia degli apparecchi acustici potrebbe causare dei danni nel corso del tempo. E’ importante perciò prestare attenzione alle indicazioni che solitamente vengono fornite in fase di consegna degli apparecchi da parte dell’Audioprotesista: si tratta di piccole azioni da eseguire per le operazioni di pulizia e igienizzazione che sono dettagliate anche nel libretto delle istruzioni incluso nella confezione. Grazie a questi video tutorial potrai eseguire le seguenti azioni con pochi semplici passaggi. Scopri come:

Pulire gli apparecchi acustici endoauricolari ITC 
Pulire gli apparecchi acustici retroauricolari BTE 
Cambiare i filtri dei tuoi apparecchi acustici retroauricolari
Cambiare le cupole dei tuoi apparecchi acustici retroauricolari 

Esistono inoltre una serie di accessori dedicati alla pulizia e alla sanificazione dei dispositivi acustici per una pulizia rapida ed efficace da eseguire regolarmente. Ad esempio Audika offre i seguenti accessori per una perfetta pulizia dei propri apparecchi acustici.

Salviette detergenti
Spray detergente
Capsule disidratanti
• Perfect Dry Lux
• Otofloss

Una buona abitudine può essere sicuramente quella di fissare un appuntamento presso il proprio Audioprotesista di fiducia (ogni 4-6 mesi) per eseguire una manutenzione completa. Questo è un servizio che noi di offriamo gratuitamente a tutti i nostri clienti.

 

Un’altra domanda che spesso ci fate sui canali social è: “Quanto può durare la batteria degli apparecchi acustici?”
La durata delle batterie degli apparecchi acustici può oscillare tra i 2 e i 20/25 giorni.
Le variabili che possono influire su queste differenze di durata sono molteplici:

Le batterie non sono tutte uguali. Le batterie possono essere molto grandi o al contrario molto piccole. Più sono grandi, maggiori sarà la loro durata.  
A questo punti ci si potrebbe chiedere: perché non usiamo sempre batterie grandi? Perché le batterie possono essere o non essere adatte a un apparecchio acustico specifico. Ad esempio le batterie grandi sono più adatte ad apparecchi acustici di certe dimensioni, mentre quelle piccoline sono più indicate per apparecchi più discreti. Gli apparecchi quasi invisibili infatti necessitano di batterie molto piccole che durano in media 2 giorni.

Presta attenzione alla scadenza delle batterie. Se vedi online ‘offerte imperdibili’ con prezzi molto differenti da quelli che trovi nel tuo Centro Acustico di fiducia, dovresti prestare attenzione alla data di scadenza delle batterie: le batterie perdono il 3% della loro ricarica ogni anno. Dovresti quindi stare attento ad acquistare batterie sempre ‘nuove’.

Conservazione e temperatura. I gradi consigliati vanno da 18 a 22 . Quindi bisogna evitare ambienti eccessivamente esposti al sole ma anche ambienti troppo freddi.  

Anche la scelta dell’apparecchio influisce sulla durata delle batterie. Più sarà tecnologico l’apparecchio, più si consumerà la batteria.  

Anche il tuo stile di vita influisce! Uno stile di vita semplice e caratterizzato da pochi rumori, richiederà poco sforzo ai tuoi apparecchi acustici; uno stile di vita più dinamico e caratterizzato da molti rumori, richiederà ovviamente maggiori sforzi al tuo apparecchio acustico e quindi anche le batterie avranno una durata minore.

Anche per gli apparecchi acustici ricaricabili ci sono delle accortezze di cui tenere conto:

Ogni quanto va fatta la ricarica? Gli apparecchi acustici ricaricabili vanno ricaricati ogni notte. La batteria agli ioni di litio può essere caricata tutti i giorni e non è necessario scaricare la batteria completamente prima di riposizionare gli apparecchi acustici nel caricabatterie.

Quanto dura la batteria con una carica completa? Anche qui vale il discorso delle batterie tradizionali, molto del consumo delle batterie dipende dallo stile di vita che si conduce. I fattori che incidono sono la perdita uditiva, le impostazioni degli apparecchi, l’ambiente circostante, l’età della batteria e se si usufruisce o meno delle capacità di streaming da cellulare, tv o altri dispositivi. L’autonomia varia dalle 20 e più ore senza streaming alle 16/18 ore (con 5 ore medie di streaming).

Quanto ci vuole per ricaricare completamente gli apparecchi acustici? Se la batteria è completamente scarica, sono necessarie circa tre ore per ricaricare completamente gli apparecchi acustici. Quando si ricarica una batteria agli ioni di litio, all'inizio la ricarica è più rapida. Pertanto, dopo trenta minuti la batteria sarà carica al 25% e dopo un'ora la capacità sarà pari al 50%.

Quanto a lungo posso lasciare gli apparecchi acustici nel caricabatterie? Il caricabatterie è il posto migliore in cui conservare gli apparecchi acustici. Ogni volta che non utilizzi gli apparecchi acustici, posizionali nel caricabatterie per ricaricarli. In questo modo, sarai sicuro che gli apparecchi acustici saranno sempre carichi. ll caricabatterie è supportato da una spina di alimentazione per una presa di corrente. Puoi alimentare il caricabatterie anche da altre sorgenti con una porta USB. Esempi di fonti alternative alla corrente elettrica sono power bank, PC, auto. Lo stato della batteria sia tradizionale che ricaricabile può essere consultato tramite le impostazioni del cellulare oppure tramite l’app di connessione streaming.

Buono a sapersi: se per vari motivi non si dovessero utilizzare gli apparecchi acustici per più di quattordici giorni o comunque se non saranno utilizzati per un periodo prolungato, è importante ricaricarli completamente. Una volta terminata la ricarica, spegnere gli apparecchi acustici manualmente utilizzando i pulsanti a pressione.

 


Oggi si può dire che gli apparecchi acustici, in particolare quelli retroauricolari, hanno raggiunto un livello di sicurezza tale da non temere alcun tipo interferenza dettata da situazioni climatiche.

Basti pensare che i retroauricolari di ultima generazione sono testati e classificati con il grado di sicurezza IP68 (resistenza ad acqua e polvere). Le batterie agli ioni di litio (le ricaricabili) presentano anche un rivestimento NANO-COATED che le rende resistenti alle infiltrazioni di umidità.
Ovviamente non sono da considerarsi subacquei ma solo resistenti a contatto accidentale con acqua dolce o sudore.
Esistono tuttavia anche soluzioni per ridurre al minimo le possibilità di danneggiamento delle componenti degli apparecchi acustici. La nostra soluzione Perfect Dry Lux ha la doppia funzione di mantenere a riparo da umidità e condensa gli apparecchi acustici e, attraverso la luce UV, abbattere del 99% la presenza di virus e batteri che possono depositarsi sui tessuti dell’apparecchio acustico.
E’ un ciclo di sanificazione automatico della durata di 30 min e può essere fatto anche quotidianamente.

Desideri effettuare un test dell'udito completamente gratuito?

Da oggi prenotare il tuo controllo dell'udito completamente gratuito è ancora più semplice grazie all'Online Booking! Seleziona il centro, la data e l'orario più comodo e in pochi semplici click il tuo appuntamento sarà prenotato. Clicca qui per prenotare ora

Commenti