L'Esperto Risponde: oggi parliamo di Acufene

Tempo di Lettura: 5 minuti
By Audika Italia
04/12/2020

audika-rubrica-lesperto-rispondelogo

In tantissimi ci avete scritto per chiedere un approfondimento sul tema Acufene. Abbiamo letto tutte le vostre domande sul fischio all’orecchio, i vostri dubbi e le richieste di aiuto per trovare soluzioni acustiche efficaci… Abbiamo anche letto che molti di voi sono rassegnati all’idea di dover convivere con questo disturbo uditivo.

Il tema dell’acufene è molto delicato e dibattuto. Questo non vuol dire che non sia possibile intraprendere un percorso con uno specialista dell’udito che possa essere d’aiuto e che in molti casi possa addirittura sconfiggere quasi del tutto la problematica del tinnitus. Entriamo nel dettaglio con gli Audioprotesisti Audika. 


Acufene Test Online 

L’acufene, detto anche tinnitus o tinnito, è un rumore fastidioso che viene percepito in una o in entrambe le orecchie sotto forma di fischio, ronzio, sibilo o fruscio. L’acufene rappresenta uno dei più diffusi problemi di udito: si stima infatti che interessi circa il 10-15% della popolazione mondiale1. Questa percentuale deve far capire alle persone che ne soffrono che non sono sole. Per molte persone la percezione costante dell’acufene viene avvertita solo come un rumore di fondo che genera un fastidio minimo, per altre invece è un disturbo invalidante che può determinare ripercussioni sulla qualità della vita che si manifestano in ansia, stress, disturbi del sonno o depressione.

 

Tra le varie cause si possono includere:
• patologie dell'orecchio (cerume, otiti, corpi estranei, ipoacusia, al neurinoma acustico-vestibolare)
• elevata esposizione ai rumori
• lesioni della testa e del collo
• farmaci
• stress
• episodi di vita traumatici

 

Si parla molto di acufene e delle sue possibili trattamenti. Tuttavia la realtà è che non esiste una terapia risolutiva che possa andare bene per tutti, poiché l’acufene non è una malattia bensì un sintomo causato da diversi fattori.

 

Dopo un’attenta valutazione medico specialistica, che escluda la presenza di condizioni/patologie da trattare chirurgicamente o attraverso l’uso di farmaci o trattamenti dedicati, è possibile intraprendere un percorso di consulenza e di terapia sonora che porti il paziente a gestire l’acufene e i fastidi ad esso associati.

Rendere consapevole il paziente di come la risposta emozionale all’acufene influisca sulla percezione dell’acufene stesso, è il primo step di questo percorso. L’acufene può essere paragonato ad un piccolo ma costante rumore di fondo che viene inizialmente percepito ma ignorato. Dopo un po' diventa fastidioso: dal cervello parte un allarme inconscio che ci dice che quel suono è indesiderato e fa aumentare la percezione del suono stesso generando nel soggetto una reazione emozionale negativa. L’obiettivo della terapia sonora è quello di rompere questo circolo vizioso, distogliere l’attenzione dall’acufene e quindi procurare sollievo. E’ importante considerare come la maggior parte delle persone con acufene abbia anche una perdita uditiva. Una buona percentuale di queste persone può trarre beneficio già con il solo utilizzo dell’apparecchio acustico, poiché sentendo meglio i suoni ambientali l’acufene può risultare meno evidente e confondersi con i rumori di fondo; per di più sentire bene migliora la qualità della vita, riducendo quindi lo stress.

In assenza di una perdita uditiva si possono utilizzare dei programmi specifici presenti negli apparecchi acustici stessi che generano una varietà di suoni scelti in base alle preferenze individuali; la percezione di questi suoni fa sì che il cervello distolga l’attenzione dell’acufene e si concentri di più sui suoni. L’approccio positivo a questo tipo di terapia associato a un percorso di consulenza sono fondamentali per garantirne l’efficacia. E’ un percorso che richiede tempo e impegno da parte del paziente ma che può essere in grado di ridurre notevolmente l’impatto che l’acufene ha sulla propria vita quotidiana.

 

 

Test Acufene Online per avere i primi indizi sul tuo livello di Acufene

Inizia ora il test

 


Fonti:
1. B. Langguth, P.M. Kreuzer, T. Kleinjung e D. De Ridder, Tinnitus: causes and clinical management

3. 

Commenti