Perdita dell'udito neurosensoriale

Immagine di un uomo sorridente con perdita dell'udito neurosensoriale in un giardino

Che cos’è la perdita dell'udito neurosensoriale?

La perdita dell'udito neurosensoriale è la più comune tra le tipologie di perdita dell'udito (le altre due sono l'ipoacusia trasmissiva e quella mista).

Questo tipo di perdita uditiva implica che le minuscole cellule ciliate nell'orecchio interno o il nervo uditivo (responsabile della trasmissione del suono al cervello) siano danneggiati. Spesso è causata dal naturale invecchiamento o dall'esposizione a suoni forti.

Tipologie di perdita uditiva

Immagine dell'orecchio interno
Immagine di una donna durante un test dell'udito

Prenota un test per la perdita dell'udito neurosensoriale

Prenota un test dell'udito gratuito per scoprire se hai una perdita dell'udito neurosensoriale. Possiamo aiutarti a capire meglio la tua condizione e suggerirti le opzioni di cura.

Domanda 1 di 1
Hai più di 60 anni?

Quali sono le cause della perdita dell'udito neurosensoriale?

La perdita dell'udito neurosensoriale è causata dal danneggiamento delle minuscole cellule ciliate nell'orecchio interno o del nervo uditvo. Ciò può avere diverse cause, tra cui le seguenti:

  • Invecchiamento: la perdita dell'udito correlata all'età, chiamata anche presbiacusia, è la causa più comune di perdita dell'udito neurosensoriale
  • Esposizione a suoni forti, come una singola esplosione o un'esposizione ai suoni costante nel tempo
  • Alcuni farmaci e medicine
  • Genetica o complicazioni durante la nascita e la gravidanza

Cos’è la perdita dell'udito neurosensoriale improvvisa?

La perdita dell'udito neurosensoriale improvvisa, conosciuta anche come sordità improvvisa, comporta una rapida e inspiegabile perdita dell'udito improvvisa o nell'arco di un paio di giorni. Si verifica quasi sempre solo ad un orecchio.

In alcuni casi, l'improvvisa insorgenza della perdita dell'udito neurosensoriale può essere affrontata con cure mediche. In caso di perdita dell'udito improvvisa, consulta un medico o chiamaci al numero 800 24 09 11.

Sei segnali comuni della perdita dell'udito neurosensoriale

Può essere difficile identificare i segnali e i sintomi della perdita dell'udito neurosensoriale. Per aiutarti in questo processo, di seguito abbiamo elencato sei comuni segnali di perdita dell'udito neurosensoriale:

Immagine di persone sorridenti che parlano
1. Difficoltà nel seguire le conversazioni di gruppo (specialmente quando è presente del rumore di fondo)
Immagine di un uomo che guarda il suo telefono
2. Problemi nel comprendere un discorso in ambienti rumorosi (ad esempio nei ristoranti)
Immagine di una donna con la mano sull'orecchio
3. Difficoltà nel comprendere conversazioni telefoniche
Immagine di profilo del volto di una donna
4. I suoni sembrano poco chiari o le persone sembrano borbottare
Immagine di una donna che tiene le mani vicino alla testa
5. Difficoltà nel sentire suoni acuti
6. Ronzii o fischi nelle orecchie (chiamati acufeni)

Come si cura la perdita dell'udito neurosensoriale?

La perdita dell'udito viene spesso curata mediante apparecchi acustici. È disponibile un'ampia varietà di apparecchi acustici, con numerose opzioni in grado di soddisfare le proprie esigenze e preferenze.

Raccomandiamo di sottoporsi il più presto possibile a una cura, perché la perdita dell'udito neurosensoriale può avere effetti collaterali indesiderati come una diminuzione della qualità della vita e la solitudine.

 

Prenota un appuntamento Trattamenti per il calo uditivo

Previeni la perdita dell'udito prima che colpisca te o una persona cara

Anche se attualmente non hai sintomi di perdita dell'udito, puoi agire per prevenirla. Utilizzando le protezioni auricolari, come tappi per le orecchie, cuffie o paraorecchie, si può prevenire efficacemente la perdita dell'udito. Indossando questi dispositivi di protezione si possono proteggere le orecchie soprattutto da suoni forti come i seguenti:

  • attrezzi da giardino come tosaerba e soffiatori per foglie
  • macchine per la lavorazione del legno
  • apparecchi rumorosi
  • esposizione correlata al lavoro, comprese fabbriche e cantieri edili
  • motoslitte
  • musica

Suoni quotidiani eccessivamente forti, sia a casa che al lavoro, possono rappresentare un rischio per la salute dell'udito di una persona, quindi può essere una buona idea investire nella protezione dell'udito se si prevede un'esposizione a rumori forti. Evitare i suoni forti e ridurre l'esposizione può essere vantaggioso per la salute dell'udito a lungo termine.

Perdita dell'udito

Marco Arcari
Marco Arcari, Audioprotesista Audika
Il Dott. Marco Arcari, laureato in Tecniche Audioprotesiche presso la II Università di Roma Tor Vergata, ha raccolto un bagaglio di esperienze nella cura dell'udito che fa di lui una figura di spicco sul tema Audioprotesico nel panorama laziale. L'esperienza maturata in tanti anni di attività lo rende anche un ottimo coach, capace di trasmettere agli audioprotesisti più giovani quella passione necessaria per trovare soluzioni su misura per ogni paziente. 

Fonti

1. https://www.healthyhearing.com/report/50276-Common-causes-of-sensorineural-hearing-loss